Serve un poeta, anzi ne servono molti!

”Io chiedo al cielo e al mondo: dite dite Chi la ridusse a tale? (…) Dove sono i tuoi figli?” (All’Italia, Giacomo Leopardi)

Immagine tratta da http://www.citador.pt/frases/citacoes/a/plutarco

Plutarco, in greco antico Πλούταρχος (Cheronea, 46 d.C./48 d.C. – Delfi, 125 d.C./127 d.C.), biografo, scrittore e filosofo greco antico.

Poeti e politica legame simbiotico pieno di concetti estrinseci ed intrinseci sviluppatisi già nell’antica Grecia a partire dai ”Consigli Politici” di Plutarco; lo scrittore, il poeta, il filosofo ha sempre dimostrato il suo attaccamento nei confronti del genere umano volto all’esaltazione dell’individuo e all’ambiente in cui si sviluppa.

Il poeta non si accontenta di osservare la natura ma vuole esserne parte integrante, non apprezza solo il contesto ma valorizza il particolare, vede il dolore e lo sconforto negli occhi di chi ha perso tutto.

Dante, D’Annunzio, Ungaretti, Quasimodo e Pascoli sono solo alcuni dei poeti che armati di penna (alcuni anche di fucile) hanno combattuto per i propri ideali, per la libertà dell’individuo, per annientare il dispiacere che risiedeva nei volti dei loro connazionali. [Read more…]